Gesù al centro


Come mettere Gesù al centro della nostra vita.


Caro lettore, in questo periodo difficile in cui abbiamo molto tempo a disposizione è buona cosa approfittare del nostro tempo per instaurare un rapporto con il Signore mettendolo al centro della nostra vita e godendo delle benedizioni che ha preparate per noi e la nostra casa.


La prima cosa da fare ovviamente è metterlo al centro delle nostre azioni


Paolo nella prima lettera ai Corinzi al capitolo 10 verso 31 scrive: Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate qualche altra cosa, fate tutto alla gloria di Dio.

Però ci sono altre tre cose importanti che dobbiamo fare per servire e adorare il Signore.


1. Perseverare nella “Preghiera”


Romani 12:11,12 …siate allegri nella speranza, pazienti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera


Quando noi preghiamo stiamo parlando con il Signore e quindi questo aiuta a rafforzare il rapporto che abbiamo con lui, ma come sta scritto nel verso sopracitato, dobbiamo essere perseveranti nella preghiera e soprattutto non dobbiamo essere pigri, dobbiamo preferire le cose del regno di Dio e poi, trovare il tempo per fare altre cose.


Quindi ricordiamoci sempre di perseverare nella preghiera!


2. “Santificarci”


Romani 12:1 Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Dio; questo è il vostro culto spirituale.


Un'altra cosa che dobbiamo fare è santificarci.

Non c’è cosa più edificante e piena di virtù che offrire il nostro culto spirituale al Signore.


Come si fa ad offrire il nostro culto spirituale?


Il verso in Romani 6:13 ce lo spiega chiaramente:


… e non prestate le vostre membra al peccato, come strumenti d’iniquità; ma presentate voi stessi a Dio, come di morti fatti viventi, e le vostre membra come strumenti di giustizia a Dio;


La Bibbia dice che il nostro corpo è il tempio di Dio (1 Corinzi 6:19-20) e non dobbiamo prestare le membra a iniquità.


3. “Essere ferventi”


Apocalisse 3:15,16 Io conosco le tue opere: tu non sei né freddo né fervente. Oh, fossi tu pur freddo o fervente! 16 Così, perché sei tiepido e non sei né freddo né fervente io ti vomiterò dalla mia bocca.


Una caratteristica che dobbiamo avere quali veri adoratori del Signore è sicuramente l’essere ferventi.


La Parola parla chiaramente su quale sarà il giudizio sugli adoratori “tiepidi”, come appunto abbiamo letto nel versetto 16 di Apocalisse.


Se vogliamo essere perseveranti nella preghiera e dediti alla santificazione dobbiamo farlo con “Fervenza” (animati da forte sentimento), e senza pigrizia.


Sforziamoci dunque di presentare noi stessi al Signore e la sua risposta arriverà prima di quanto pensiamo.


4. “Evangelizzare”


Marco 16:15 E disse loro: « Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura.


Una cosa sicuramente molto interessate per i giovani d’oggi è usare i social network.

Tramite i social possiamo raggiungere ogni angolo della terra in pochi secondi, quindi possiamo sfruttare i social per diffondere il messaggio più importante, l’EVANGELO.


Ricordiamoci sempre di far conoscere Gesù ai nostri coetanei senza metterci paura o vergognarci, perché dobbiamo essere fieri del nostro Signore.


Giovanni 3:16 Poiché Iddio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figliuolo, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.


Giovanni 14:6 Gesù gli disse: Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.


Conclusione

Gesù al centro significa: “pregare con perseveranza”; ricercare la santificazione; “essere ferventi”; “evangelizzare”…


Dio ci benedica

Daniele Di Falco

84 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti