Pastore Arnaldo Di Falco (Biografia)



Di Falco nacque a Napoli il 10 febbraio 1949, penultimo di sei figli, da genitori praticanti la religione tradizionale.


Già all’età di 14 anni per contribuire al sostegno familiare svolse vari lavori giungendo poi ad essere assunto nelle ferrovie dello stato come manovratore. La sua giovinezza fu caratterizzata da disinteresse per la religione fino a quando, spinto dall’insoddisfazione e dalla perdita del padre avvenuta nel 1971, si affacciarono nel suo cuore gli interrogativi riguardanti lo scopo della propria vita.




Venuto in contatto con i testimoni di Geova iniziò ad interessarsi al loro credo frequentandoli per pochi mesi fino a quando il fratello più grande Antonio fu evangelizzato da un credente evangelico che gli parlò di Gesù e del Suo amore.


Interessato a comprendere la verità intorno a Dio ed alla Sua Parola, il 1° novembre del 1975, come lui stesso spesso ricordava, in seguito ad un confronto biblico avuto con un credente evangelico di nome Michele il Signore aprì i suoi occhi ed il cuore al messaggio di “tutto l’Evangelo” accettando Gesù come personale Salvatore.


Il cambiamento sperimentato fu così evidente che sua madre accettò il Signore poche settimane prima che morisse. Iniziò così a frequentare la nascente missione Adi di Napoli Fuorigrotta che ebbe inizio nel 1974 curata dal fratello Daniele Melluso, pastore all’epoca della storica chiesa Adi di Napoli Materdei, scendendo nelle acque battesimali non molto tempo dopo.


Arnaldo subito si distinse per l’assiduità e lo zelo nelle vie del Signore crescendo rapidamente nella grazia e nella conoscenza del Signore Gesù grazie al suo amore per lo studio e l’approfondimento biblico. Divenne subito parte dei giovani che collaboravano nella missione di Fuorigrotta dove per le prime volte ebbe opportunità di predicare la Parola di Dio.


Ma la testimonianza del fr. Arnaldo Di Falco è particolarmente legata ad un'opera, quella di Radioevangelo Napoli nata dalla visione evangelistica della chiesa di Napoli Materdei e che effettuò le sue prime trasmissioni nel febbraio del 1977.


È stato un servitore di Dio che ha saputo cogliere le opportunità concesse dal Signore per servirlo con uno strumento che sul finire degli anni '70 diveniva finalmente disponibile: la radio.


Pioniere di questa attività fin dai primi momenti, profuse tempo, energia e risorse anche economiche per vedere progredire quest'opera meravigliosa. Curatore di varie rubriche radiofoniche fino a pochi anni fa, con la disponibilità della chiesa di Napoli Materdei, realizzò intorno al 1980 insieme ad altri il primo studio di registrazione audio che incoraggiò nel campo musicale fratelli come il cantautore Antonio Morra ed altri gruppi musicali nascenti all’epoca.


Il 26 giugno 1980 unitosi in matrimonio con la moglie Loide Caria si stabilirono nel quartiere di Pianura. Il Signore aveva però in serbo ancora altro lavoro per il fr. Arnaldo Di Falco. Nella metà degli anni ’80 iniziò a sentire un particolare peso per il popoloso quartiere dove viveva privo di testimonianza pentecostale. Incoraggiato dal suo pastore Daniele Melluso e collaborato da credenti di Fuorigrotta, iniziò ad evangelizzare in zona ed a curare alcune famiglie di credenti fino a giungere, per la grazia del Signore, alla dedicazione del locale della nascente chiesa di Pianura, con un culto tenutosi il 22 febbraio 1986 della quale fu nominato pastore. Nello stesso anno prese il via l’attività della scuola domenicale con due classi e l’anno successivo iniziò una regolare attività evangelistica con la tenda.


Nel 1995, dopo un impegno evangelistico svolto negli anni precedenti, la chiesa di Pianura vide l’apertura di una nuova missione Adi a Giugliano in Campania, missione costituitasi come chiesa con la conduzione del fr. Arnaldo Di Falco fino al raggiungimento del limite di età.

È da ricordare anche il suo impegno nell’attività missionaria con vari viaggi in Costa d’Avorio in Africa a sostegno dell’evangelizzazione e per l’assistenza a favore di quelle zone.


Ringraziamo il Signore per questo suo servo e per l’opera svolta come manifestazione della Grazia largita dal Salvatore e Signore Gesù Cristo.


A Dio la Gloria!


per il Comitato di Zona Campania & Molise

Aldo Siviero

85 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti