top of page

Stanotte (era il 31 ottobre 2007) si festeggia Halloween.


Avvicinandosi il 31 ottobre, fruttivendoli e commercianti riforniscono i loro banchi di zucche destinate alla vendita. La zucca intagliata a forma di faccia, infatti, è uno dei principali simboli di questa macabra festa.



Considera poi i gadget legati ad Halloween e ti accorgerai che di innocuo non vi è proprio nulla!


Streghe, demoni, morti viventi, sono tutti simboli del mondo dell'occulto, tutto l'opposto della luce di chi vive nella benedizione di Dio!


Secondo la leggenda irlandese, Stingy Jack, un buono a nulla violento e ubriacone, una vigilia di Ognissanti anziché andare in chiesa a pregare, si prese una sbronza. All'improvviso gli comparve il diavolo, che provò a portarsi a casa l'anima di Jack.


Gli propose di esprimere


un desiderio prima di finire tra le fiamme dell'inferno e Jack rispose che avrebbe voluto bere un ultimo bicchierino. Dato che non aveva un soldo, però, chiese al diavolo di tramutarsi in una monetina da 6 pence.


Come il diavolo acconsenti, Jack lo infilò nel suo portafoglio, che aveva una grande croce in filigrana d'argento ricamata sopra. Ovviamente il diavolo rimase intrappolato a causa del simbolo sacro ricamato sul portafoglio.


Dopo una lunga ed estenuante discussione, i due stabilirono un patto, quello di rimandare di un anno esatto la morte di Stingy Jack in cambio della libertà del diavolo. Esattamente la sera della vigilia di Ognissanti dell'anno dopo, il diavolo si presentò all'appuntamento.


Jack si trovava nel suo orto, sb


ronzo come al solito e seduto sotto un albero di mele. Il diavolo gli chiese ancora quale fosse il suo ultimo desiderio prima di mo-rire. E Jack rispose: "Vorrei una delle mie mele, ma sono troppo ubriaco per arrampicarmi sull'albero: potresti salirci tu?". Il demonio accettò, ma appena fu in cima Jack - che era sbronzo ma decisamente furbo - velocissimo tirò fuori un coltello e incise una croce sul legno del tronco: in tal modo il diavolo non poteva più scendere.


Avvenne così un'altra interminabile contrattazione; il diavolo propose a Jack di rimandare la sua morte di dieci anni, ma Jack era troppo furbo e il diavolo decise di dargliela vinta e lasciarlo in pace.


Ma un anno esatto dopo, mentre se ne stava nel solito orto a cavar rape anziché pregare in chiesa, Jack mori.


Ancora con una rapa in


mano arrivò in paradiso; bussò per entrare ma le porte per lui restarono chiuse. Stingy Jack allora, sempre con la rapa in mano, scese all'inferno; ma il diavolo quando lo vide ringhiò: "Cosa ci fai qui? Mi hai imbrogliato due volte, non sopporto proprio l'idea di averti tra i piedi per l'eternità.


Sparisci!", e gli lanciò dietro un pezzo di brace incandescente.


L'astuto Jack, allora, fece un buco nella rapa, ci mise la brace, ne ricavò una lanterna e si mise a camminare nell'oscurità alla ricerca di un posto dove fermarsi per sempre. Nel tempo la rapa fu sostituita dalla zucca.


APPROFONDISCI


Gli irlandesi, per ricordare Jack, la notte di Ognissanti fabbricavano davvero piccole lanterne con le rape, ma quando iniziarono a emigrare in America, non avendo rape a disposizione ripiegarono sulle zucche, facilmente reperibili e decisamente più facili da intagliare.


La leggenda di J



ack rende chiaro il fatto che Halloween attinga al mondo dello spiritismo [vedi glossario] e della magia più in generale con le sue varie espressioni di supersti-zione.




Qualcuno vorrebbe far passare tutto ciò per una storiella innocua e da bambini, ma ad allontanarsi dagli insegnamenti biblici non si fa mai bene, neppure per scherzo!


La nostra vita è una sola e se viviamo in ubbidienza alla Parola di Dio durerà in eterno.

Abbiamo mille motivi, come figli Suoi, per festeggiare. Siamo passati dalle tenebre del peccato alla Sua meravigliosa luce: perché dovremmo tornare indietro?


SE SIAMO PASSATI DALLA TENEBRE ALLA LUCE, PERCHE' MOLTE CHIESE HANNO DIPINTO LE LORO MURA DI NERO? PERCHE' HANNO SFONDI NERI DIETRO AI PULPITI?


Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che vi annunziamo: Dio è luce, e in lui non ci sono tenebre. (1Giovanni 1:5)




146 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NON MOLLARE

"ADOTTATI"

Comentarios


bottom of page